Licenziamento per assenteismo dipendenti

Sono sempre più le aziende che decidono di rivolgersi a una agenzia investigativa per contrastare l’assenteismo dei dipendenti.

Assenteismo dipendenti

In Italia il fenomeno dell’assenteismo sul lavoro ha raggiunto dimensioni importanti e interessa indistintamente sia le aziende del settore pubblico che quelle del settore privato. Secondo i dati del Centro Studi dell’Assolombarda nel 2018, solo nelle province di Monza Brianza e Lodi e della Città Metropolitana di Milano, mediamente ogni dipendente si è assentato circa 100 ore su base annuale. La principale causa di assenza è stata la malattia non professionale, che è valsa quasi la metà delle ore di assenza (47 delle 100).

investigazioni assenteismo

Licenziamento assenza ingiustificata Il periodo di comporto

assenteismo dipendenti

Un dipendente che si assenta in maniera ingiustificata, non rispetta gli orari d’ufficio e si avvale frequentemente di permessi retribuiti cagiona un grave danno all’azienda per cui lavora. Questi comportamenti tuttavia non rappresentano necessariamente un valido motivo per giustificare un licenziamento.
In caso di malattia infatti il dipendente ha il diritto di conservare il proprio posto di lavoro per un periodo di tempo stabilito nel contratto collettivo di lavoro nazionale. Questo periodo è detto comporto e il datore di lavoro non potrà licenziare il dipendente in questo intervallo di tempo. L’unico modo che ha per farlo è se sussiste giusta causa, come ad esempio durante una crisi aziendale o se il dipendente assume comportamenti scorretti tali da ledere l’azienda o il rapporto con il datore di lavoro.

Assenteismo per malattia fraudolenta

La principale fonte giuridica in materia di permessi lavorativi retribuiti è la Legge 104/92 che riguarda l’integrazione e i diritti delle persone portatrici di handicap tutelando queste ultime e le persone che le assistono.

Grazie a questa norma sono concessi agli aventi diritto un numero di giorni di permesso mensili, suddivisibili anche in ore a seconda del livello di infermità del soggetto. Questi permessi possono essere richiesti dalla persona portatrice di handicap per gestire al meglio la sua situazione di salute o alle persone che gli prestano assistenza, come ad esempio i familiari.

Chi abusa di tale diritto in maniera illecita non solo rischia di perdere il proprio posto di lavoro ma anche di incorrere in un’ipotesi di reato penale. Non solo arreca danno al proprio datore di lavoro ma all’intera collettività che ne sopporta i costi.

Investigazioni sui dipendenti

Rivolgervi a Vox investigazioni per indagare su un vostro dipendente con comportamenti sospetti vi permetterà di avere delle prove certe e inconfutabili della sua malafede e quindi di procedere al licenziamento per giusta causa.

INVESTIGATORE PRIVATO PREZZI

Scopri le nostre tariffe

CHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

Preventivi gratuiti anche a domicilio!