rivalutazione assegno mantenimento figli

Revisione assegno di mantenimento

L'Assegno di Mantenimento: calcolo e revisione L'indagine per la revisione dell’assegno di mantenimento è finalizzata alla raccolta di prove, atte a dimostrare la situazione patrimoniale reale dell'ex coniuge e quindi alla modifica dell'assegno di mantenimento.

Rivalutazione assegno mantenimento figli

L'investigazione per la revisione dell'assegno di mantenimento figli è un’attività molto richiesta. Si tratta di capire il reale stato patrimoniale dell’ex coniuge, al fine di garantire un’adeguata tutela economica al coniuge danneggiato e ai figli, se presenti.

La Corte di Cassazione ha ribadito (ordinanza n. 21178/2018) il potere assegnato ai giudici quando si tratta di valutare la somma consona al mantenimento ma soprattutto alla tutela degli interessi morali e patrimoniali dei figli. Sostanzialmente, il giudice può richiedere un’indagine specifica per conoscere il reale stato patrimoniale dei genitori. L’agenzia investigativa ha quindi il compito di accertare redditi, patrimoni e tenore di vite degli ex coniugi.

Investigatore privato prezzi

Scopri le nostre tariffe

Scopri quanto costa un investigatore privato

CHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA

telefono

011 6984539 Torino

02 39560653 Milano

Preventivi gratuiti anche a domicilio!

CONTATTA ORA

rivalutazione assegno mantenimento calcolo

Rivalutazione assegno mantenimento calcolo

In generale, vale la regola che il coniuge economicamente più forte sia tenuto a corrispondere al coniuge economicamente più debole la somma dell’assegno di mantenimento. Il calcolo della somma è quindi proporzionale alla situazione reddituale dei genitori ed è regolamentato dall’art. 156 del Codice Civile.

La tendenza è quella di garantire e assicurare al coniuge richiedente un tenore di vita analogo a quello esistente durante il rapporto coniugale (il coniuge separato non deve scivolare in una fascia economico sociale inferiore alla precedente).

L’agenzia investigativa può quindi:

  • accertare la situazione lavorativa dell’ex coniuge e documentarne il vero tenore di vita
  • documentare lo stato patrimoniale dell’ex coniuge
  • provare convivenze more uxorio (analoghe al matrimonio)
  • produrre una relazione utilizzabile in tribunale con le prove raccolte